Meno male che Banderas ieri era di turno a fare i saccottini

Alla fine il biscotto non c’è stato, ma noi abbiamo faticato come dannati per battere una nazionale di gambe sottratte al rugby.
Non intendo ringraziare la Spagna, né adeguarmi alla logica paramafiosa del capitano dalla dubbia moralità. Non abbiamo debiti con loro, semplicemente perché hanno fatto niente meno che quello che dovevano fare e basta. Solo chi è abituato alle pastette non riesce a vedere altro (già, ma in fondo il capitano è anche capitano della squadre con le due stelle più una).
Dovremmo semmai imparare un paio di lezioni.
Tipo quella che le partite si giocano, e basta. O quella, più importante, che se vuoi giocare bene devi mettere in campo i giocatori migliori.
Perché Diamanti ha visto il campo solo ieri a 20 minuti dalla fine?
Perché Thiago Motta titolare fisso e inamovibile (in tutti i sensi)?
Ai posteri l’ardua sentenza.
Intanto il risultato minimo è stato ottenuto. Continuiamo ad essere una delle nazionali più inguardabili del torneo, ma chissà che quei pochi sprazzi di gioco decente si vadano via via allargando, man mano che i giocatori coi piedi buoni guadagnano minuti e fiducia del mister.
La questione Balottelli: si scrive non una o con due T?
Io preferisco la versione con due T, ma se mi sbaglio correggetemi.
Poi è anche una testa di cazzo, lo sappiamo. Ma quasi tutti i grandi calciatori lo sono stati e quei pochi che oltre ad essere dei campioni non si comportavano come dei potenziali serial killer sono la fortunata eccezione. O vogliamo parlare dell’innata simpatia e della morigeratezza di gente come Maradona, Cantona, Cristiano Ronaldo, giusto per fare tre esempi noti a tutti.
A parte questo, è uno dei pochi veri grandi talenti a disposizione di Prandelli. Purtroppo è diventato un bersaglio da parte della stampa e anche dei tifosi e questo non aiuta.
La sensazione è che soprattutto nelle due prime partite il suo ruolo in campo sia stato quello del capro espiatorio (Cit.). Ieri è entrato a uno sputo dalla fine, ha fatto a sportellate con i rugbisti irlandesi ed ha segnato un gran gol, di fisico e di classe. Per inciso, se anche la palla non fosse entrata, sarebbe stato un rigore grande come il duomo di Milano e il difensore si sarebbe in ogni caso meritato almeno un giallo.
Credo di aver detto tutto, o quasi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...