Derby derby delle mie brame

Qual è la più forte del reame?
Il derby di ieri sera dice il Milan, almeno per il primo tempo, ma dice anche che si tratta di una guerra tra poveri.
Anche se non si fosse comunque guadagnato una sacrosanta dispensa dalle critiche grazie alla prestazione di mercoledì contro il Barcellona, credo che si potrebbe dire poco sulle scelte del mister Allegri di ieri. Anche perché, diciamocelo, c’era ben poco da scegliere. Forse solo se mettere Niang un po’ prima, ma solo quello. Perché il primo tempo ci dice che la formazione iniziale era giusta.
Se nel primo tempo Handanovic non si fosse messo a fare il fenomeno staremmo parlando di un’altra partita, una in cui il Milan avrebbe fatto almeno 3 gol senza che nessuno possa fare la minima critica.
Nel secondo l’Inter ha raddrizzato un po’ il tiro (non che abbia creato poi molto però), il Milan ha tirato un po’ i remi in barca (colpa anche del Barca, nessuno può immaginare che la partita di mercoledì non si facesse sentire prima o poi), ma soprattutto è risaltato fuori l’annoso problema della difesa. È dall’inizio del campionato che si dice che il Milan è in grado di prendere gol fessi contro chiunque e il gol di Schelotto ne è la sacrosanta dimostrazione.
Comunque è stata una settimana di imprese milaniste. La prima contro il Barcellona ce la porteremo dietro per un po’.
La seconda di ieri pure, temo, ed a suo modo ha qualcosa di malignamente epico: far diventare Schelotto l’eroe della parte sbagliata di una città.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...