Il derby della tristessa – le pagelle

Diego Lopez: lo vedi giocare e al primo intervento normale fatto come si deve pensi che è bello avere finalmente un portiere. Poi però, com’è come non è, un gol se lo becca sempre e ti ricordi che è bello avere finalmente un portiere, ma lui è comunque un portiere normale, non un fenomeno di quelli che ti fanno andare meglio la stagione, ma neppure un mezzo fenomeno, nemmeno un quarto di fenomeno. Un portiere normale, nulla più, che se ha davanti una difesa come la nostra prende gol normali. E alla fine ti viene il sospetto che con un portiere un po’ più che normale magari quel gol non lo avremmo preso. Voto 5,5

Rami: non è un terzino, ma mette in campo la stessa determinazione che ha messo, fuori dal campo, nel fare di tutto per tornare al Milan dopo la scadenza del prestito dell’anno scorso. Non è un terzino ma mezzo voto in più se lo merita perché la sua partita di ieri offre la possibilità di avere un’alternativa a Abate che non sia Bonera (Zaccardo neppure lo considero). Però non è un terzino, e si vede, come si vede che non è neppure un centrale di quelli che guidano la difesa. Voto 6-

Mexes: ogni tanto si ricorda di essere stato un ottimo difensore e fa qualche buon intervento. Ma tolto quell’ogni tanto ritorna ad essere quello che è adesso, cioè uno che rischia perennemente di lasciare la squadra in dieci e che, spesso, si trova quasi per caso al posto giusto nel momento giusto e in qualche modo ciabatta la palla, per poi guardarsi intorno spaesato per vedere dove è finita. Voto 5.

Zapata: un paio di buoni interventi in velocità, il solito panico ogni volta che si ritrova con la palla tra i piedi e deve far partire l’azione. Meriterebbe mezzo voto in più per l’assist a Obi, se non fosse che ha sbagliato squadra. Inquietante. Voto 5.

De Sciglio: il ragazzino è un mistero. Quella di ieri potrebbe essere tranquillamente messa tra le sue migliori partite della stagione, ma è difficile pensare che non possa, avendo un po’ più di carattere, fare molto meglio. Ad un certo punto non si capisce neppure più se il fatto che giochi indifferentemente sia a destra che a sinistra sia un merito dovuto alla sua versatilità o uno svantaggio dovuto al fatto che dove lo si mette lui sta senza fiatare. Comunque il compitino, facilitato dall’evanescenza di Palacio, l’ha fatto. Voto 6-

Bonaventura: Un altro che dove lo si mette sta. Solo che lui almeno ci mette del suo e conferma di essere forse l’acquisto più utile della stagione. Voto 6,5

Muntari: se Salvini invece che inventarsi battaglie stupide e razziste contro gli immigrati si concentrasse solo su di lui un pensierino ce lo potrei quasi fare.  Voto 4

Essien: per rendersi distinguibile da Muntari s’è fatto crescere il pizzetto ma, essendo tono su tono, non si nota abbastanza. A parte questo limita i danni quindi un punto in più se le merita. Voto 5.

El Shaarawy: sembra che la forma fisica stia tornando, e questo è un buon segno. Secondo me ha pagato il fatto di essere stato troppo rigidamente confinato a sinistra per gran parte della partita, ma la sufficienza se la merita tutta anche per l’assist al bacio per il gol di Menez. Certo che se non avesse buttato sulla traversa quell’occasione nel finale sarebbe tutto un altro discorso. Voto 6

Menez: non ho ancora capito se il gol sia frutto di un movimento d’istinto inconsapevole o se sia pienamente voluto. Fatto sta che s’è trovato la palla sul piede ed ha fatto la cosa giusta con una naturalezza che confonde. A parte questo però c’è poco o nulla, se non il solito incaponirsi in dribbling infruttuosi. Ma un gol nel derby è pur sempre un gol nel derby. Voto 6

Torres: ad un certo punto ho cominciato ad implorare Inzaghi di sostituirlo per il suo stesso bene. Voto 5

Honda: Sostituisce Torres per non più di un quarto d’ora. Si impegna, ci mette un po’ di dinamismo, ci prova. Voto 6

Poli: sostituire il Muntari di ieri e fare meglio di lui non è un’impresa. Voto 6

Inzaghi: finito l’effetto dell’entusiasmo bisogna cominciare a metterci qualcosa di più. Capisco che tra infortuni e altre disdette il materiale calcistico a disposizione è quello che è. Ma davvero non c’era alternativa all’accoppiata Muntari-Essien a centrocampo? Siamo davvero messi così male? E poi in una partita così non si può aspettare l’ultimo quarto d’ora per fare i primi cambi. Voto 5

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...