Milan-Empoli: 2-1 (un po’ in ritardo)

Casa dolce casa, verrebbe da dire. Se non fosse che io ero fuori casa per cui scrivo brevemente le mie poche impressioni un po’ in ritardo. Meglio tardi che mai.
Dunque, la prima partita casalinga regala la prima vittoria contro il temibile Empoli. Ma noi, che siamo più puntigliosi del dottor sottile, ne ricaviamo una soddisfazione parziale, perché sì vabbè i tre gol, sì vabbè che forse ma forse abbiamo due attaccanti all’altezza (più un terzo in panca, che s’è scaldato per un po’ ma poi non è entrato), sì vabbè tutto quanto, ma se giochi con un centrocampo che non sta in piedi va a finire che giochi come una squadra che ha un centrocampo che non sta in piedi, cioè da cani.
Peccato che poi il mercato si sia chiuso senza l’arrivo di quello che serviva come il pane, cioè un centrocampista pensante in grado di dare un senso a ciò che adesso ancora non ne ha. E domenica prossima c’è subito il derby.
Sarà un anno complicato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...