Tra Sarri e Mancini non mettere il dito

Premetto che, purtroppo, amici gay non ne ho, ma mi piacerebbe averne almeno un paio per potermi giustificare quando mi scappa qualche battutaccia polically uncorrect.
Ho però qualche conoscente gay, gente che ogni tanto mi è capitato di incontrare, amici di amici. Vale lo stesso?
Vale se dico che generalmente evito certe battute, o che quando le faccio un po’ mi vergogno (soprattutto se non fanno ridere), però poi ogni tanto le faccio lo stesso?
Detto questo, la mia opinione è che Sarri ha fatto una grande cagata e forse è giusto che ci sia per lui una punizione (poi possiamo discutere sull’entità della punizione). Penso anche però che non servirebbe a niente e, anzi, sarebbe deleteria, perché lo farebbe passare da cafone ignorante a martire ed eroe di tutti quelli per cui dare del frocio a qualcuno è un buon modo di insultarlo.
In tutto questo credo anche che Mancini forse ha fatto bene a denunciare pubblicamente l’accaduto, perché è ora di finirla col giustificare tutto con la foga del momento e col discorso che quello che succede sul campo di calcio deve restare sul campo. Non esistono mondi chiusi, in cui è concesso tutto quello che non è concesso fuori.
Ma mi chiedo, se invece che del frocio Sarri gli avesse dato del figlio di puttana, sarebbe andato tutto bene? Dove comincia l’insulto accettabile e quello no?
Materazzi è diventato eroe nazionale per essersi preso una testata da Zidane dopo averlo provocato con pesanti insinuazioni sulla sorella. Questo è accettabile e Sarri no?
No, dico io.
Non è accettabile quello che ha fatto Sarri, ma non dovrebbe essere accettabile anche tutto il resto.
Non dovrebbe essere mai accettabile il fatto di insultare (o pensare di farlo) qualcuno per nessun motivo.
Eppure  succede, per qualunque motivo, futile o importante che sia.
Temo che la proposta di abolire l’insulto da qualsiasi contesto umano sarebbe piuttosto  velleitaria, perché piaccia o no l’insulto è considerato una cosa normale.
E’ considerato normale che ci si insulti nel calcio, tra giocatori, per provocarsi, per far innervosire l’avversario, per sfogarsi.
E’ considerato normale che i tifosi insultino i giocatori (io sono molto creativo in questo, soprattutto coi giocatori della mia squadra),
E’ considerato normale che i tifosi insultino gli altri tifosi.
Signori, dirò una cosa che forse può sembrare impopolare, ma se una cosa è considerata normale da tutti, al punto che tutti o quasi tutti la fanno, quella cosa è normale. Punto.
Ed è così, succede tutti i giorni. E’ normale che ci siano momenti in cui a tutti scappa l’insulto. Fuori dal calcio come dentro il calcio.
Chi non si è mai beccato un vaffanculo, magari per una manovra in macchina, scagli il primo perbacco. E scagli un poffarbacco chi non ha mai dato del deficiente a qualcuno, magari sempre per la stessa manovra in macchina.
Quindi che si fa? Una classifica degli insulti accettabili e di e quelli no? Oppure ci si tappa occhi orecchie e naso nei confronti di tutto e di tutti?
Come lo risolviamo?
Io sono pienamente d’accordo sul fatto che non si dovrebbero rivolgere a nessuno espressioni offensive basate sulla razza, sull’etnia, sulle preferenze religiose sessuali o politiche. Ma scemo si può dire?
O, giusto per tornare al calcio, imbecille deficiente coi piedi a banana si può dire?
Forse, e qui per un momento mi metto a fare la morale, perché se siete arrivati in fondo a questo sproloquio un po’ ve la meritate, prima di scandalizzarci dovremmo riflettere un attimo su quello che consideriamo normale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...