Napoli-Milan: 4-2

La mano di Montella è come la pennellata dell’artista. Magari il quadro è una crosta, ma se c’è la pennellata c’è tutto.
Sabato sera di pennellate d’artista ne abbiamo viste a bizzeffe, anche se soprattutto da parte dei giocatori del Napoli, ma qualcosa abbiamo visto anche da parte della squadra con maglia color verdemerdadimucca.
Però mentre noi abbiamo prodotto sprazzi di bel gioco, loro hanno prodotto 4 gol.
Siamo andati sotto di 2 gol nel primo tempo, siamo riusciti nella mezza impresa di recuperare il pareggio, e alla fine siamo crollati contro una squadra che in tutti i reparti, tranne che in porta, ha giocatori migliori.
Gli sprazzi di bel gioco non bastano.
Se poi il migliore in campo è il tuo portiere, ma comunque ne prendi 4, dovrebbe scattare un allarme.
Il problema è sempre lo stesso, il gioco lo fanno i giocatori e se mancano i giocatori giusti per il gioco che vuoi fare non vai da nessuna parte.
Noi poi abbiamo a che fare con giocatori che più che per il gioco che vuole fare l’allenatore sospetto non essere adatti semplicemente per il gioco del calcio. Non faccio nomi, li conosciamo tutti ormai, ma per facilitare il compito vi do un indizio: stazionano dalle parti del centrocampo e dovrebbero, oltre a produrre palloni giocabili per gli attaccanti, fornire un minimo di copertura alla difesa.
Mettiamoci poi un fenomeno che si fa espellere per doppio vaffa ed un altro per doppia mancanza di neuroni ed avremo il quadro definitivo.
Faccio a questo punto una breve parentesi di carattere generale: se ogni calciatore cui scappa un vaffa durante la partita dovesse beccarsi un’ammonizione, alla terza di campionato la serie A verrebbe sospesa per mancanza di giocatori disponibili. Non sarà bello, non sarà elegante, ma è così.
Però se già te ne è scappato uno e ti sei già beccato un giallo, tappati quella cacchio di bocca o abbi l’intelligenza di non imprecare in italiano. Ogni riferimento all’espulsione di Kucka è voluto.
Quanto a NIang, no comment. Per una giusta ne fa sempre un paio di sbagliate. Sotto di un gol, in 10 contro 11, farsi espellere in quel modo è la cosa peggiore che puoi fare.
Altra parentesi di carattere generale: io avrei premiato anche la recita di Reina con un cartellino. Non smetteremo mai di vedere gente che sembra morire sul campo di calcio per un sospiro, se non si comincia a punire seriamente queste simulazioni.
Morale, alla seconda di campionato abbiamo già segnato 5 gol, che non è male, ma ne abbiamo presi 6, che è male, molto male, che sarebbero potuti essere molti di più se non avessimo un giovane fenomeno tra i pali.
Ma vediamo l’aspetto positivo: siamo ancora davanti ai cugini e ci resteremo almeno ancora per un paio di settimane.

One thought on “Napoli-Milan: 4-2

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...