Il buongiorno di vede dal Milan-Cagliari

La buona notizia è che questo Milan è una squadra che non molla l’osso. La qualità è quella che conosciamo già, la stessa più o meno degli ultimi anni, ma la cosa che è cambiata è che una partita come quella di domenica, in cui a dieci minuti dalla fine ancora nessuno l’aveva messa dentro, in altri tempi recenti sarebbe finita così come stava o magari anche peggio. In certi casi basta un contropiede nel finale e via, ci vuol poco a mandare tutto in vacca.
Invece stavolta, in extremis, è arrivato il gol. E’ arrivato, non a caso, grazie a Lapadula, abbondantemente invocato per quasi tutto il secondo tempo, e anche del primo per quanto mi riguarda, ed entrato solo nel finale per motivi che non capisco e non voglio capire. Diciamo che, visto che ha funzionato, Montella ha ragione.
Vuolsi così colà dove si puote ciò che si vuole, e più non dimandare (tiè, beccatevi ‘sta citazione colta).
Quando uno inizia con citazioni così nel primo post dell’anno, non può che essere un anno eccezionale (veramente). Oggi faccio faville.
La notizia così così è che contro il Cagliari, in una partita in cui hai tenuto il pallino del gioco praticamente sempre, non puoi arrivare quasi alla fine ancora sullo 0-0, soprattutto non puoi giocare così e poi fare solo mezzi tiri o tiri sbagliati.
La notizia brutta è che Bacca e Niang sembravano due che giocavano a calcio insieme per la prima volta dopo aver per anni praticato sport diversi (soprattutto Niang, a volte sembra uno che non si rende conto di star giocando a calcio).
Quando arriva il momento per dire che un giovane tanto promettente in realtà è una sòla?
Temo, ma mi auguro che non sia così, che quel momento per il povero (si fa per dire) M’Baye quel momento si avvicini.
Detto questo tutto è bene quel che finisce bene, per cui godiamoci il momento.
Su questo argomento, per ora, non ho altro da dire.

 

Annunci

3 thoughts on “Il buongiorno di vede dal Milan-Cagliari

  1. Quando affrontiamo squadre che si chiudono a riccio (come il cagliari o qualche settimana fa il crotone) fatichiamo sempre troppo: la poca qualità dei giocatori ci penalizza perchè se dobbiamo fare la partita ci incartiamo e siamo poco incisivi.

    Considerato che:
    – Niang per me ha già raggiunto il momento in cui etichettarlo come scarso
    – Bacca ormai non ha più voglia di stare al Milan (e per questo dobbiamo ringraziare il nostro quasi ex AD che per tutta l’estate ha cercato di piazzarlo a qualche altra squadra)

    è primario l’acquisto di un attaccante, possibilmente forte. Perchè se restiamo con questi due la lotta per il terzo posto diventa improba.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...