Zero stress

Dopo due giorni di festeggiamenti per il compleanno della ormai quattordicenne, quel che ci voleva era giusto una serata di relax: divano, partita, zero stress.
Appunto.
Una di quelle serate in cui magari ti appisoli anche un po’ durante il secondo tempo.
Appunto.
E’ andata proprio così, mannaggia la miseria.

Primo tempo quasi bello nella sua inguardabilità. Hai voglia a dire che la rosa è lunga ed è stata rinforzata; certe assenze, tutte insieme, si fanno sentire eccome, anche e soprattutto nella testa di chi va in campo.
Pur riconoscendo tutti i meriti possibili al Verona ed alla sua arguta tattica di gioco, siamo scesi in campo nella nostra versione brutta brutta in modo assurdo, una parodia del bel Milan visto nelle ultime partite, e giustamente siamo stati impallinati.
Due volte.
Una con un rigore inventato, ma tant’è, non credo che vedremo in giro gente che costruisce assurde teorie sui rigori contro il Milan.
Giusto per rincarare la dose, s’è pure spaccato Rebic.

Eppure nell’intervallo ero relativamente tranquillo. Sapevo che nel secondo tempo i ragazzi ci avrebbero provato, che in un modo o nell’altro la partita sarebbe cambiata. Questa ormai è una squadra che ispira fiducia. Sai che se scivolano trovano il modo di rialzarsi, o che comunque ci provano con tutte le loro forze.
Mi sono comunque preso un grappino, che non si sa mai.

Secondo tempo, soprattutto per noi, molto migliore. E dato che il mio livello di empatia per i tifosi del Verona è decisamente basso, oserei dire che è stato migliore in assoluto.
Ora dovrei forse lanciarmi in un panegirico nei confronti di Leao, che sta diventando un supereroe, e di Castillejo, che è l’hombre del partido, indubbiamente.
Ma continuo a pensare che, al di là dei meriti estemporanei dei singoli, il vero miracolo è la squadra.
Un miracolo compiuto da Maldini, dalla società, da Pioli, da Ibra, da tutti i giocatori.

Forza Milan, e a culo tutto il resto.

Un pensiero su “Zero stress

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.